Twitter banna le ICO

Un portavoce di Twitter ha detto che la scelta è mirata a “garantire la sicurezza della comunità di Twitter”. Il gigante dei social media ha spiegato: “Abbiamo aggiunto una nuova politica per gli annunci di Twitter relativi alle criptovalute: con questa nuova politica, la pubblicità di Initial Coin Offerings (ICO) e le vendite di token saranno proibite a livello globale”.
Le voci secondo cui Twitter avrebbe vietato gli annunci di criptovaluta sono emerse per la prima volta all’inizio di questo mese, quando Sky News ha riferito che tale contenuto sarebbe stato escluso dalla piattaforma entro le prossime due settimane, come riportato in precedenza. Un portavoce di Twitter ha rifiutato di commentare il rapporto quando richiesto da CoinDesk al momento.
Il CEO di Twitter, Jack Dorsey, ha in precedenza riconosciuto la proliferazione dei conti truffa – i cosidetti siti SCAM, impegnandosi a reprimere gli utenti o gli account bot alla ricerca di criptovalute. Tuttavia, alcuni degli sforzi di risposta del sito hanno portato a problemi di account per utenti normali, tra cui bitcoinmom e crypto exchange, canale di supporto dell’exchange di Kraken.

Questo annuncio segue la decisione di Google di iniziare a bloccare la pubblicità sulle criptovalute a partire da giugno e quella della piattaforma di blogging Medium che ha iniziato qualche giorno fa a chiudere alcuni profili aziendali che scrivevano di ICO, token e airdrop.

La stessa cosa era stata precedentemente annunciata, qualche mese fa, da Facebook che ha fermato il proliferare delle ads a tema ICO, ma anche bitcoin, opzioni binarie, e criptovalute in generale.

C’è attesa per una conferma o meno di Twitter nelle prossime ore. Una cosa è alquanto probabile: se tutti i colossi social bloccheranno le ads, il mercato pubblicitario si sposterà altrove, magari sui nuovi ferventi social “decentralizzati” come Sphere o su nuovi blog e riviste settoriali come Steemit.