La popolare app di chat Kik ha svelato i piani per distribuire i suoi token Kin sia sul blockchain Ethereum che su quello Stellar, rendendola una delle prime criptovalute con supporto di rete bidirezionale.

Lo sviluppatore Kik Gadi Srebnik ha fatto l’annuncio in un post sul blog del mercoledì , spiegando come l’azienda – che ha raccolto $ 98 milioni attraverso un’offerta iniziale di monete (ICO) lo scorso anno – distribuirà la sua criptovaluta su più blockchain per migliorare la liquidità e l’efficienza all’interno del proprio ecosistema.

Fino ad ora, Kin ha operato come token ERC20 sulla blockchain di Ethereum. Frustrato dalla suscettibilità della rete alla congestione della rete, Kik ha detto l’anno scorso che avrebbe trasferito i suoi token a Stellar , il cui modello di consenso federato consente pagamenti più veloci ed economici.

Tuttavia, Stellar è molto meno liquido di Ethereum, quindi scambiare blockchain sarebbe venuto con i suoi svantaggi. Riconoscendo ciò, Kik sviluppò un modo per schierare Kin in parallelo su entrambi i blockchain – senza aumentare l’offerta totale. Le transazioni interne con un singolo servizio digitale utilizzeranno probabilmente i token basati su Stellar, mentre i pagamenti esterni e il volume degli scambi probabilmente si verificheranno principalmente. sulla rete Ethereum.

Srebnik ha scritto:

“Mentre Ethereum fornisce liquidità ai possessori di Kin, i tempi di caricamento e le tariffe non possono supportare le nostre esigenze di utilizzo quotidiano dei consumatori. L’aggiunta di Stellar come seconda blockchain ci consentirà di gestire il Kin Ecosystem su una base più veloce e più efficiente, con bassi costi di transazione, necessari per raggiungere la velocità e la scalabilità richieste dai servizi digitali nell’ecosistema. “

Una volta che il token Kin basato su Stellar è stato rilasciato e completamente inizializzato, che avverrà entro la fine dell’anno, gli utenti saranno in grado di spostare i token tra le reti bloccandole su una e sbloccandole dall’altra, presumibilmente attraverso un contratto intelligente meccanismo. Gli sviluppatori dicono che questo aiuterà a garantire che i token mantengano un valore stabile attraverso le due reti.

Tuttavia, Srebnik ha affermato che lo sviluppo di questo meccanismo richiederà probabilmente diversi mesi. Non ha chiarito se ciò comporterebbe un ritardo nel rilascio dell’app Kin indipendente, che verrà eseguito sulla blockchain stellare.